Il sesso dei ricchi è migliore?

Esiste un fatto interessante soprannominato come “il paradosso di Richard Easterlin” secondo il quale le persone ricche e le nobiltà hanno una vita più felice rispetto alle persone con le scarse risorse finanziarie. Però, prendendo in considerazione tale fatto, il percorso dei paesi con l’indice di ricchezza più elevato è “meno felice” se paragonarlo con l’indice di ricchezza più basso che possiedono gli altri paesi e hanno, paradossalmente, il percorso di vita più felice.
Tale fatto paradossale, infatti, va contraposto all’annuncio promulgato dall’economista Justin Wolfers secondo il quale la vita delle persone che vivono in un paese ricco è più felice. Dopo aver svolto le indacini allo scopo di scoprire la verità, le persone dovevono rispondere a una domanda: “Vi considerate sé stessi come una persona felice” e alla fine di esse molti tra coloro che partecipava alla statistica la rispondevano con l’affermazione.

Però, ovviamente, il cencetto di felicità è molto ampio. Esso, in realtà, viene suddiviso in 2 categorie. La prima categoria contiene i pensieri che riguardano l’andamento della propria vita, il percorso cui essa ha preso. All’insieme con esso, qui vengono agginte le emozioni odierne includendo la domanda continua: “Ieri o oggi mi sento felice o no?”. La seconda categoria che fa la sua parte nel concetto di felicità accumula maggiormente attorno sé la parte materiale e quella finanziaria della vita. Qui, i mezzi monetali giocano uno dei ruoli principali, però, allo stesso tempo, tale ruolo è limitato. Come riteneva un altro economista di contemporaneità, Daniel Kahneman, il livello del godimento di tutti i giorni della nostra vita si cresce continuamente e alla fine mette freni quando il reddito risale alle 75 mila dollari. A questo punto, il livello di nostro sentire soddisfatti si stabilizza e rimane senza cambiamenti. Quando il reddito supera la cifra di 100 mila dollari, in realtà, il nostro sentirsi felici di vita non aumenta e rimane sempre su un certo livello.

Per quanto riguarda il nostro sentirsi felici, tale sentimento ci accompagna qualsiasi cosa noi facciamo e dà il proprio impatto su ogni parte della nostra vita. Prendendo in considerazione la vita sessuale di una persona, anche essa subisce l’influenza di nostro sentirsi felici. Allora, viene in mente una domanda curiosa – se i rapporti sessuali sono più goduti da un ricco o non esiste nessuna connessione tra la ricchezza materiale e la soddisfrazione al letto?

Cosa il sesso per un ricco

Come rivela la nostra realtà, non si deve prendere in giro le giovani modelle e le ragazze piene di vita che hanno deciso di collegare la propria vita con i miliardari anziani che hanno l’intenzione di salutare il Signore tra qualche anno. Può darsi che la causa di stipulare tale matrimonio non sia basato solo alle dimensioni del portafoglio del “neosposo”. Forse queste ragazze ottengono un vero piacere di essere sposata con tale rappresentante del sesso forte “pieno di vita”. Infatti esistono i dati che raforzano tale argomento. Secondo la ricerca svolta dal biologo eccezionale Thomas Pollet durante la quale hanno partecipato 5000 donne, la vita sessuale di esse e il livello di godimento del fare l’amore ha una connessione diretta con la quantità delle risorse finanziarie accumulate tra due partner. L’indagine effettuata rivelato il fatto che la donna che la relazione con l’uomo ricco è capace di arrivare all’orgasmo più spesso paragonando, per esempio, con la donna il partner della quale ha i mezzi monetali più bassi. Allora, è stata giustificata statisticamente una correlazione diretta tra il livello di reddito del partner e il piacere di una donna che ha una storia amorosa con quel uomo. In altre parole, le donne hanno più probabilità di avere orgasmi con gli uomini ricchi. Gli orgasmi con i ricci, perciò, sono più frequenti e forti. Come considera Pollet, la donna con l’intenzione di procreare le prossime generazione sta in caccia di un rappresentante del sesso forte ricco. Relativamente, il livello di reddito è uno degli indicatori chiave di successo maschile fra le donne cacciatrici.

Per quanto riguarda gli uomini, il livello di reddito ottenuto da loro ha una correlazione con la quantità del fare l’amore. Come rivelano le altre riceche gli uomini che hanno i rapporti sessuali al minimo 4 volte a settimana ottengono uno stipendio più elevato paragonando con i loro colleghi di lavoro con il reddito più basso. Il ricercatore che svolgeva tale indagine spiega tale fatto con le seguenti parole: il sesso, la sua quantità e qualità hanno una correlazione diretta con la salute fisica e psichica di una persona. Avendo i rapporti sessuali stabili, regolari, frequenti e appaganti l’autostima di un uomo raggiunge un livello sufficiente di confermarsi e lui non vuole più abbassarlo. Il livello sufficiente di autostima e di fiducia in sé stesso rendono la sua vita più attiva, piena e quella che gli permette di godere il successo includendo il successo materiale a lavoro. Il sesso diventa, così, uno dei modi di affermarsi, il tempo quando l’uomo possa sentirsi pienamente in gamba, forte e baciato dalla fortuna.
Secondo un altro specialista che durante la sua pratica professionale ha esaminato la correlazione del livello di ricchezza con il sesso, il dottor Dolores Ruiz, dall’Agenzia di Salute pubblica, ha collaborato con 10.000 uomini e donne. Dopo la analisi precisa lui ha rivelato tali risultati: 9 coppie ricche su 10 hanno nominato la propria vita sessuale come quella soddisfacente e appagante. Qualcuno di loro ha sottolineato qualche piccolo problema nei rapporti sessuali, però, c’erano anche le coppie che rispondevano con un’affermazione totale: la nostra vita sessuale è perfetta! Bisogna farlo chiaro che si trattava non delle condizioni tra cui queste coppie svolgono i loro rapporti sessuali, assolutamente no. Non si trattava di una combinazione corbida e lussuosa dei cuscinim delle lenzuola o coperte, non ne parlavo per niente. I partecipanti erano soddisfatti dal loro sesso coniugale.
Come afferma conseguentemente il dottor Ruiz tra le coppie con le riserve finanziarie più basse rispetto ai ricchi con il salario molto elevato, sono le donne che vengono pienamente soddisfatte dal sesso coniugale. Come spiega lo specialista tale situazione è dovuta dall’importanza femminile di avere la fiducia economica stabile che le permetterebbe di godere i rapporti intimi con il proprio marito.
Come hanno confessato sinceramente sia le donne che gli uomini, il 97% e il 96% rispettivamente, preferisce avere un partner stabile e per un periodo lungo cercando di evitare i raporti sessuali occasionali che tra loro sono considerati poco stabili e non sicuri. Per di più, i partecipanti di questa statistica hanno rivelato il loro timore di molte dramme, dei litigi emozionati.
Tra le coppie sposate, aggiungiamo un altro fatto interessante, le quelle che hanno un reddito più basso usano di rado i mezzi di contraccezione rispetto ai partner con lo stipendio più elevato.
Come argomentano tale situazione nella vita sessuale i rappresentanti dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), i rapporti stabili includendo il sesso frequente, vivace e appagante hanno un impatto enorme sulla vita di ogn’uno di noi. Le condizioni in cui viviamo, perciò, hanno una correlazione diretta con la nostra percezione della vita, come ci affermiamo noi stessi. Allora, se la vita in senso pieno vi fa sentire soddisfatti, allora, la percepite con il massimo ottimismo e questa cosa conta!